mariadipietro

Una mattina d'estate

date » 03-07-2020 13:33

permalink » url

Sulle colline toscane del Montalbano, a pochi chilometri da Carmignano, tra la dolcezza del vento caldo di una mattina d'estate, pietre sussurrano di un passato lontano, nel XV secolo con la famiglia de' Medici.
Profumi di olio e vino tra boschi, frutteti, castagneti... donne che sorridono, Felisia e Maria tra la luce, Maria Chiara tra l'argilla, Rossella tra i vigneti liberi di esprimersi, i fili d'erba, tra l'acqua e le ninfee.
Il legno delle grandi botti, le striature sui muri, i colori del silenzio, una bellezza di piccole cose inestimabili, necessarie, capace di esprimere una grande personalità.

Fattoria di Bacchereto.
Carmignano, Toscana.
Due volte luglio 2020

B966E511_60AB_4516_A0A9_A6FB0494646E.JPG827D8855_BD37_44C6_8FD8_347A9E4F2D57.JPG4B9243C5_4AF9_4785_B551_4E1070CCAC7B.JPG8DE3E0B1_B892_4AAD_B786_7C897AD0000B.JPG0E9ABE73_9D43_4A77_87A0_10A98E98D0F2.JPG13C0FA49_181F_48EF_96D8_9CCC48D833C6.JPG7444D169_7792_4FE3_9DEC_9CDD0D292EF0.JPGA7546F87_9FF2_4E95_B0DE_CD67B3F44062.JPG805210DC_3D5B_42A4_921B_E9E6085AC0EE.JPG38837F45_9DB2_48FD_8E3E_51BC61DD0E8E.JPG0D64B1AA_6BEC_41E8_AEA7_B532772ADC78.JPG256A8271_AE53_4003_897E_D4329728AB62.JPG410675F7_FDD5_4357_BEE8_63D8FA10938A.JPG3996234F_2596_4FBF_984A_BCA0898177FB.JPG0DBC8DDE_C467_449B_AF22_7EF4DFC55150.JPG201B8617_2C66_4530_A4D3_6AD0C9C04680.JPGB4AAE1E5_4AFD_405D_8D99_3B7E4D0A9071.JPG17847E51_6ED7_46FC_AB5A_B97BD6D9FE88.JPG5A6F0CFF_280E_4904_94D7_1D7701E4E29B.JPG2B0EC91F_BA2F_4147_A3AB_765643266F4E.JPG1EA884FE_5FEE_4D04_84FA_F775C31C6CC6.JPG90C6B7C3_7B8D_4521_BE02_D8425994EA40.JPGB1C0CE11_615F_4122_B895_7003B1172E4D.JPGB4BACAC7_DA0B_4853_9A9D_B45533F3724B.JPGB0610C64_523B_40B7_BB90_ECF9F256DA90.JPGBD4DF6FB_7235_41F5_9282_3206EF63CF26.JPG50F5FD8F_8888_486E_90CA_16EFF7D29CC0.JPG86211A06_55F8_423A_8126_0DE562017AFE.JPGC47D5B1C_D658_41AF_825A_9328E765EF0C.JPG26183200_5798_4142_95A0_BBCF56AF5177.JPG1DD0256B_6606_4683_9B65_07386C8AB4E2.JPGED2A48A3_ADE4_48D0_8B82_2D2DD0561176.JPG32ECA75E_1CC5_4100_8CA6_05E03D6A49C8.JPGF1D2F397_4606_4B04_8135_23B0A52822B4.JPG6128C470_BAA3_415D_B1FC_F19F8CC28046.JPG827A0BFF_5371_4ECE_B31C_83CD1474FA17.JPG

Piccola casa

date » 08-05-2020 15:27

permalink » url

Piccola da stare in un abbraccio... colma di luce che sgorga dalla finestra e incornicia il cielo.
Fotografie sparse e libri che si stringono sui davanzali tra piantine e valigie da riempire...
La ricchezza di queste piccole cose, il ricordo del profumo del mare con la sabbia racchiusa in una bottiglia, mentre cammino a piedi scalzi sul parquet rigato dei miei giorni di felicità...

maria
ottovoltemaggio 2020

MDP.jpgMDP1.jpgMDP4.jpgMDP2.jpgMDP3.jpgMDP6.jpgMDP5.jpgMDP7.jpgMDP9.jpgMDP8.jpgMDP10.jpg

lungo gli argini

date » 06-02-2020 20:40

permalink » url

Un'incantevole laguna salmastra immersa nel Parco regionale del Delta del Po, Pialassa della Baiona. La laguna riceve e restituisce l’acqua del mare a seconda dei livelli di marea che oscillano nel corso della giornata. Questo sistema di ricambio fu progettato nell’800 e si sviluppa in una serie di canali e specchi d’acqua ricoperti di prati salmastri. L'atmosfera lungo gli argini di questi bacini, è di pace. Tra i tanti capanni da pesca, avvolti da riflessi, nuvole e cieli, l’isola degli Spinaroni, luogo patriottico della resistenza italiana. Patrimonio storico, patriottico e naturalistico, unico al mondo.

unnamed.jpgunnamed_9.jpgunnamed_8.jpgunnamed_7.jpgunnamed_6.jpgunnamed_5.jpgunnamed_4.jpgunnamed_3.jpgunnamed_2.jpgunnamed_1.jpg

L'Isola di Elsa...

"Ma basta: questa dunque è la tua casa, e tu ci tornerai sempre, ne sono sicuro, perché, a casa, sempre ci si ritorna; e anche per te è un giardino fatato, questa mia isoletta.
“Ci tornerai , sì; però, aggiungo: non ti fermerai mai molto tempo. Su ciò, caro padroncino, non voglio farmi illusioni. Quelli come te, che hanno due sangui diversi nelle vene, non trovano mai riposo né contentezza; e mentre sono là, vorrebbero trovarsi qua, e appena tornati qua, subito hanno voglia di scappar via. Tu te ne andrai da un luogo all’altro, come se fuggissi di prigione, o corressi in cerca di qualcuno; ma in realtà inseguirai soltanto le sorti diverse che si mischiano nel tuo sangue, perché il tuo sangue è come un animale doppio, è come un cavallo grifone, come una sirena. E potrai anche trovare una compagnia di tuo gusto, fra tanta gente che s’incontra al mondo; però, molto spesso, te ne starai solo. Un sangue-misto di rado si trova contento in compagnia: c’è sempre qualcosa che gli fa ombra, ma in realtà è lui che si fa ombra da se stesso, come il ladro e il tesoro, che si fanno ombra uno con l’altro.”

unnamed_13.jpg

L'abitudine di poggiarsi gli uni agli altri...

L'architettura della condivisone, la forza unitaria...
Napoli, isola di Procida.
La Corricella.

unnamed_1.jpgunnamed.jpg

La spiaggia di Massimo

“ Don Pablo, vi devo parlare, è importante... mi sono innamorato!
Ah meno male, non è grave c'è rimedio.
No no! Che rimedio, io voglio stare malato...”

Dal film Il Postino
Massimo Troisi, Mario Ruoppolo e Philippe Noiret, Pablo Neruda.

unnamed_3.jpgunnamed_2.jpg

L'isola di Pablo

“E da allora sono perché tu sei,
e da allora sei, sono e siamo,
e per amore sarò, sarai, saremo.”

© 🄼🄰🅁🄸🄰🄳🄸🄿🄸🄴🅃🅁🄾

unnamed_7.jpgunnamed_5.jpgunnamed_10.jpgunnamed_6.jpgunnamed_14.jpgunnamed_9.jpgunnamed_11.jpgunnamed_4.jpg

Stretti stretti...

date » 02-12-2019 12:36

permalink » url

La dimensione del corpo... stare stretti, l’uno accanto all’altro, la comunità. Questa è la cosa che mi piace di questa onda di Sardine.
Poi, c’è il mare della politica, una goccia è necessaria ma non basta. È necessaria quella politica che, fino ad oggi, alla mia generazione è stata negata. Quindi smettiamola di dire non “siamo di sinistra e nemmeno di destra”, non sentirsi rappresentati da nessun partito, da nessun politico attuale, è un conto. Non prendere posizione e non essere orgogliosi di dire “siamo di sinistra” manda all’aria qualsiasi impeto di rivoluzione, cambiamento.
Pace e amore, colori, girotondi e sardine ma, svegliamoci e facciamo cose serie, concrete o si continua a recitare sul palcoscenico dell’inutile e del ridicolo.



Sono stata indecisa fino all’ultimo se scendere in piazza. Non mi sento rappresentata da nessun partito da anni ormai e forse la mia generazione non ha mai avuto “qualcuno” in cui credere. Ho perso un po’ le energie necessarie a discutere con chi mi è intorno, mi sono rinchiusa nei miei silenzi cercando di fare fatti, dare l’esempio... ma, non ho mai avuto dubbi, ho sempre saputo da che parte stare: mai a destra, mai dalla parte dei sopprusi, dei diritti calpestati, dell’intolleranza, dell’odio, delle disuguaglianze. Sono cresciuta con un pugno chiuso, ideali di sinistra, sono cresciuta con la democrazia, ho scoperto l’anarchia, il
Pensiero libertario... sempre ho preso posizione, sempre ho saputo che nessuna destra mi appartenesse, la mia anima è ai margini, sento ogni ingiustizia all’altro come se fosse mia, che ogni forma di fascismo, nazismo , dittatura non può mai essere un’opinione, mai.
Sono scesa in piazza perché la libertà è partecipazione, perché credere che un mondo migliore è possibile, è necessario, un dovere, e che la bellezza, la poesia, è presente solo nell’amore verso noi stessi e l’altro.
Scendere in piazza stasera, vedere il volto (come il suo, molti altri) di questa anziana donna, sentire la sua presenza, morale, fisica, per tutta la sera, sorridere con lei, abbracciarci in un solo sguardo, per ricordarmi a quale enorme prezzo i suoi anni hanno conquistato diritti e difeso la libertà, mi ha commosso profondamente, ed è la cosa che porterò con me, questa sera, domani e ancora.
30 novembre
Firenze.
© 🄼🄰🅁🄸🄰🄳🄸🄿🄸🄴🅃🅁🄾

AJSG8889.jpegQBGH4611.jpegYDFR4817.jpegTVMK0503.jpegJAIY7633.jpegUOWU1796.jpegXSTH6714.jpegFWWG7171.jpegHNJV6250.jpegHOLB7213.jpegJGFI0524.jpegJMMX2055.jpegOJBN8014.jpegPFRX9305.jpeg

La bellezza è un momento...

date » 17-11-2019 12:42

permalink » url

Passo dopo passo, attraverso questi caruggi fino a scorgere quel velo turchese di mare...
lucente, divino questo mare che spalanca la vista e il cuore.
La bellezza è un momento, cercato insieme costantanemente.
Brindare alla vita con questo profumo di sale, dondolando con le barche che si cullano leggere...
In lontananza, i pescatori silenziosi, dipanano le reti in compagnia di gabbiani...
Lerici
Bell’Italia.
Autunno 🍂 © 🄼🄰🅁🄸🄰🄳🄸🄿🄸🄴🅃🅁🄾

75492513_3205598866133525_7075584060357083136_n.jpg73423379_3205598879466857_2975232418417475584_n.jpg74289426_3205598956133516_8909769678272856064_n.jpg76660538_3203248179701927_3248341219742318592_n.jpg75429321_3205599006133511_2136434475263852544_n.jpg74696645_3204665012893577_7403803781785190400_n.jpg74312464_3203248269701918_5799595250045419520_n.jpg74350956_3204664902893588_5015650773770436608_n.jpg75339643_3204664999560245_503181807005466624_n.jpg73151917_3203248283035250_6785639369484009472_n.jpg

Mostre

date » 17-11-2019 12:38

permalink » url

Di venerdì.
Aria, bellezza.
Firenze.
“Questa donna trascina con se tutta Mosca e San Pietroburgo, non si imita solo la sua opera ma anche la sua personalità...”
Su Natalia Goncharova

Autunno 🍂 © 🄼🄰🅁🄸🄰🄳🄸🄿🄸🄴🅃🅁🄾

74337062_3198438413516237_3390665964801490944_n.jpg75328605_3198860276807384_4103024322778497024_n.jpg73309713_3198859280140817_4885584492439273472_n.jpg75316029_3198857696807642_8817487263626690560_n.jpg75231832_3198857706807641_6321677885270654976_n.jpg

search
pages
Link
https://www.mariadipietro.eu/diario_visivo-d

Share link on
CLOSE
loading